Maltempo, danni ingenti anche nei comuni picentini
maltempo11
Fonti Foto
Picentini. Il maltempo di questi giorni, caratterizzato soprattutto da pioggia incessante e forte vento, sta creando non pochi problemi. Nella giornata di ieri, in località Campigliano, nel sanciprianese, è franato un ingente pezzo di montagna che ha causato la chiusura delle strade che collegano al centro del paese, rendendo pressoché impossibile qualsiasi passaggio per coloro che risiedono ai piedi della montagna. A tal proposito è stata annullata un'escursione guidata per i turisti al famoso castello di Montevetrano che sormonta la montagna della zona. Solo l'intervento delle macchine della protezione civile ha riportato tutto alla normalità. Problemi anche nei pressi della zona industriale di Salerno, tra Pontecagnano e Fuorni, dove le pessime condizioni climatiche hanno causato numerosi problemi sulle strade che, tramite l'azione erosiva di acqua, fango e vento gelido, risultano essere pericolosamente danneggiate. Proprio per questi motivi, nella giornata di ieri, uno scuolabus ha avuto bisogno di soccorso in seguito allo scoppio di un pneumatico dovuto all'impatto con una delle tante voragini presenti sulla carreggiata. Momenti di panico, invece, in un residenziale nella zona del Magazzeno, litorale di Pontecagnano Faiano. In serata, il forte vento ha causato la caduta di una grossa pianta che ha danneggiato gravemente i cavi per l'energia elettrica sovrastanti. L'intervento repentino dei vigili del fuoco ha fatto si che il piccolo incendio creatosi non arrecasse danni maggiori alle persone del residenziale provvedendo anche a rimuovere la pianta dal suolo, mentre i camion dell'Enel hanno riportato il tutto alla normalità dopo un lavoro di ripristino dei cavi elettrici reso molto complicato dal vento e dalla pioggia incessante. Sempre in questa zona, sono da registrare molteplici disagi all'agricoltura. La violenta pioggia, unita al vento, ha causato molti danni alle serre ed alle strutture agricole di tante aziende che si trovano anche a dover far conto con la minaccia, molto seria e concreta, dell'esondazione dei tanti affluenti del fiume Tusciano che caratterizzano la zona. Già allertata, in ogni caso, la protezione civile.
 
   
Articolo contenuto in
  Cronaca  
SU PICENTINI POTREBBERO INTERESSARTI
   
AGGIUNGI UN COMMENTO O SCRIVICI A redazione@irno.it
 
SEGUICI SU FACEBOOK E NON PERDERTI LE ULTIME NOTIZIE