Abitiamo il villaggio globale, a Salerno fari puntati sul dialogo tra culture
giovani48
Fonti Foto
Salerno. "L'istruzione ci dà una profonda comprensione dell'esistenza di un profondo legame tra tutti gli essere umani, come cittadini della comunità globale e che le nostre sfide sono e resteranno interconnesse": partendo dal pensiero di Ban Ki-moon, ex Segretario Generale dell'ONU, sull'importante compito di educare alla cittadinanza globale, si terrà la X Giornata del Dialogo Interculturale, in centinaia di città italiane. Novità di quest'anno è la collaborazione tra Intercultura, da sempre promotrice di questa giornata, e l'ASviS , Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, con lo scopo di offrire un contributo alla promozione di alcuni degli obiettivi dell'Agenda per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite: "Intercultura, in particolare, attraverso la diffusione del proprio Progetto educativo rivolto a studenti, famiglie, scuole, volontari, persegue il raggiungimento degli obiettivi 4.7 e 16 dell'Agenda Globale" afferma Paola Forcellati, Presidente del Centro locale di Intercultura di Salerno, "in particolare per assicurare una cultura di pace e non violenza, di valorizzazione delle diversità culturali e del contributo della cultura allo sviluppo sostenibile". Nell'ambito delle celebrazioni, il Centro locale di Salerno ha organizzato un Incontro pubblico per il giorno 28 settembre, alle ore 10, nel Salone Dei Marmi del Comune di Salerno , aperto alle scuole del territorio e alla cittadinanza, dal titolo "Abitiamo il villaggio globale", per dare voce a chi questo villaggio globale lo ha vissuto in prima persona come i due studenti Liliana ed Alessio, partiti per un programma di vita e di studio in Cina e Portogallo con Intercultura, che si confronteranno sul significato di essere cittadini globali, sul ruolo della scuola in questo processo e sulle diverse interpretazioni di "cittadinanza globale" nelle diverse parti del mondo. Analogamente si confronteranno su queste importanti tematiche coloro che questa esperienza la stanno vivendo ora, ovvero i nostri sei ragazzi ospiti per un intero anno scolastico sul nostro territorio e cioè: Belle dalla Thailandia, Liceo Da Vinci Salerno, Delfin dalla Turchia, Liceo Medi di Battipaglia, Rarai dall'Indonesia, Liceo Regina Margherita di Salerno, Sanne dall'Olanda, Istituto Virtuoso Salerno, Yuet da Hong Kong, Liceo Glorioso di Montecorvino Rovella, Bruno dal Brasile, Liceo Alfano Primo Salerno. L'Associazione Intercultura promuove da molti anni l'organizzazione di questi eventi a carattere pubblico, utili a portare all'attenzione della cittadinanza, la riflessione sui temi dell'educazione interculturale e dell'educazione alla mondialità. Attraverso gli scambi permette ogni anno, a più di 2.000 studenti delle scuole superiori italiane, di trascorrere un periodo di studio all'estero e di accogliere, nel nostro Paese, quasi 1.000 ragazzi da tutto il mondo che scelgono di arricchirsi culturalmente trascorrendo un periodo di vita nelle nostre famiglie e nelle nostre scuole.
 
   
Articolo contenuto in
  Cronaca  
SU SALERNO CITTA' POTREBBERO INTERESSARTI
   
AGGIUNGI UN COMMENTO O SCRIVICI A redazione@irno.it
 
SEGUICI SU FACEBOOK E NON PERDERTI LE ULTIME NOTIZIE