Ludopatie, a Fisciano l'incontro "Non cadere nel gioco - stop all'azzardo"
ludopatie03
Fonti Foto
Fisciano. Si terrà giovedì 30 novembre alle ore 10.30, presso l'aula consiliare del Comune di Fisciano, la campagna di sensibilizzazione dal titolo "Non cadere nel gioco - Stop all'azzardo". Parteciperanno il Sindaco di Fisciano, dottor Vincenzo Sessa, il Consigliere Regionale Tommaso Amabile, il Presidente dell'Associazione di Volontariato "La Solidarietà" Alfonso Sessa, il Presidente del CSV Sodalis Agostino Braca, i vertici dell'Asl Salerno Distretto 67 e quelli del Consorzio Sociale Valle dell'Irno. Saranno presenti anche le scuole medie inferiori dei circoli didattici di Fisciano e Lancusi con le dirigenti scolastiche che accompagneranno gli alunni in rappresentanza di alcune classi. "Stop all'azzardo" è un progetto promosso dall'Associazione di Volontariato "La Solidarietà" di Fisciano sostenuta da Sodalis CSV, risultato vincitore nell'ambito di Bandi di Idee 2016, con lo specifico obiettivo di realizzare una campagna di sensibilizzazione sulla ludopatia. Dal gratta e vinci alle macchinette fino al gioco online, il gioco d'azzardo miete sempre più vittime, non solo i singoli ma anche le loro famiglie, per cui l'obiettivo è quello di contrastare questo fenomeno tristemente diffuso. Nello specifico, l'iniziativa prevede l'attivazione di una campagna comunicativa sugli effetti del gioco d'azzardo, non solo individuali ma anche sociali. In seguito sarà attivato un blog dedicato alla ludopatia e saranno realizzati una serie di incontri per promuovere e approfondire la tematica. Gli incontri si svolgeranno nei comuni della Valle dell'Irno afferenti al Consorzio sociale dell'ambito S6. Inoltre, l'associazione di volontariato "La Solidarietà" attiverà presso la cooperativa "Irno progetto Vita " uno sportello sociale sul tema con il supporto psicologico di due esperte in grado di offrire le proprie competenze e la propria professionalità al servizio di questi soggetti, per seguirli in percorsi di recupero mirati ad eliminare il problema per favorire il loro reinserimento negli ambiti sociali.
 
   
Articolo contenuto in
  Cronaca  
SU VALLE DELL'IRNO POTREBBERO INTERESSARTI
   
AGGIUNGI UN COMMENTO O SCRIVICI A redazione@irno.it
 
SEGUICI SU FACEBOOK E NON PERDERTI LE ULTIME NOTIZIE