Salerno, la famiglia protagonista de "La Notte del Libro"
libro45
Fonti Foto
Salerno. L'edizione 2017 de "La Notte del Libro", organizzata dall'Associazione Laboratorio dei Pensieri Scomposti, patrocinata dal Comune di Salerno e dalla Fondazione Angelo Vassallo, quest'anno si terrà il 24 Aprile presso gli spazi dell'Archivio dell'Architettura Contemporanea, in via Porta Elina. L'argomento scelto per questa edizione è la famiglia, intesa nella sua trasformazione, nella sua evoluzione e nei suoi profondi cambiamenti. L'immagine portante sarà l'Orma intesa nel senso del cammino, non solo virtuale, che ognuno di noi deve fare se desidera essere famiglia. In questo cammino è stata scomposta la parola Famiglia in Fa… Miglia, le miglia che bisogna percorrere per raggiungere l'obiettivo dello stare insieme. Intorno a questo attualissimo argomento, La Notte del Libro si dividerà in due momenti. La prima parte, dedicata ai bambini e ai ragazzi, si terrà dalle 17.00 alle 19.30 e sarà affidata all'estro e alle capacità di due caratteristi, burattinai, scrittori: Angelo Coscia con il libro "Ebri di Meraviglia" e Sergio Mari con i suoi "Racconti", libro che sarà presentato anche nella sezione adulti. Saranno con loro, partner dell'evento fin dalla prima edizione, i ragazzi dell'Istituto Comprensivo di Ogliara, V Circolo. Nella seconda parte, dedicata invece agli adulti, in programma dalle 19.45 all'1.00, ci sarà un interessantissimo "Basta vado a dormire", curato da Rita Francese e scritto da genitori di ragazzi autistici, libro che denuncia e descrive, attraverso storie realmente accadute, quali siano le difficoltà che affronta costantemente una famiglia in cui sia presente un giovane con questa sindrome. Racconti toccanti, affascinanti, dove forte esce il senso della solitudine e… non solo. Seguirà l'intrigante libro di Tina Cacciaglia e Marcella Cardassi, "La signora Della Marra". Si parla di una famiglia (periodo 1300) vissuta a Ravello e di una donna, Chura Rufolo, moglie di Ruggero della Marra uno tra i più potenti casati storici di Ravello. Chura, attraverso una serie di mosse strategiche, non in uso nelle donne dell'epoca, tenterà di salvare la vita al marito e padre dei suoi figli, tutto in pochissime ore. A seguire il Noir di Letizia Vicidomini "Nero, diario di una ballerina". L'autrice racconta la vita di Simona, una ragazza molto fortunata, un vero talento naturale per la danza classica, con una famiglia benestante, un padre avvocato, una madre che viene dalla Napoli bene. Ma in un attimo l'ingranaggio si inceppa: Massimiliano, il marito ballerino nonché partner al Teatro San Carlo, manca una presa e Simona crolla sul palcoscenico, fratturandosi i talloni. Da quel momento inizia un viaggio che porta in fondo a un'anima, percorrendo tutte le stazioni dolorose che ne determinano il cambiamento. Fiore all'occhiello sarà il libro vivente "La famiglia Gibboni". Un padre violinista, una madre pianista, i tre figli anch'essi violinisti, una famiglia la cui forza di coesione non è però la musica. Saranno presenti nel loro essere "famiglia". Stimolati dai presenti si racconteranno, non dialogando attraverso le note come normalmente fanno ma questa volta attraverso la voce, attraverso la parola. Loro stessi diverranno un libro tutto da sfogliare. Una famiglia, apparentemente d'altri tempi, che si racconta. Tutto l'evento sarà arricchito da una scenografia realizzata da Anna Ciufo e Rosanna Giannino e da una serie di immagini che accompagneranno libri e dialoghi.
 
   
Articolo contenuto in
  Cultura  
SU EVENTI E RASSEGNE POTREBBERO INTERESSARTI
   
AGGIUNGI UN COMMENTO O SCRIVICI A redazione@irno.it
 
SEGUICI SU FACEBOOK E NON PERDERTI LE ULTIME NOTIZIE