Spettacoli, al Dum Dum di Capaccio si balla con The Uppertones
theuppertones48
Fonti Foto
Capaccio - Paestum. La Dum Dum Revolution sta per esplodere sulla spiaggia della happy island del Cilento. La repubblica indipendente del Dum Dum Republic celebra i valori della libertà e dell'integrazione con un doppio appuntamento all'insegna della musica che diventa aggregatore sociale contro le barriere e la discriminazione. Martedì 25 aprile, a partire dalle ore 17, si torna a ballare a piedi nudi sull'arena sul mare con il concerto degli Uppertones. Una band strepitosa, che travolgerà la platea con il sound nato in Giamaica negli anni '50, tra R'n'B e boogie giamaicano, calypso e mento, influenzato dal rock'n'roll e rhythm & blues americano: suoni da cui è nato il genere ska, che ha poi originato il rock steady e il reggae. Un trio potente formato da trombone, piano e batteria che fonde lo swing con lo stile jamaicano. Gli Uppertones sono Mr.T-Bone (voce e trombone), Peter Truffa (pianoforte) e Paolo Inserra (batteria). Mr.T-bone è un noto cantante, compositore e musicista della scena ska internazionale e italiana: ha pubblicato 8 album da solista negli ultimi 12 anni e ha viaggiato tra Europa, Usa, Canada, Indonesia, Brasile e Messico. Fondamentale, da oltre un decennio, il suo contributo alla scena italiana ska & reggae. Peter Truffa è un favoloso pianista e cantante di New York. Con le sue radici blues, jazz, ska, ha viaggiato in tour per anni con il New York Ska Jazz Ensemble e con Giuliano Palma e i Bluebeaters. Paolo Inserra è un talentuoso batterista italiano, ha già lavorato con Mr.T-Bone con la sua band "The Lions Giovani", in tour anche con Giuliano Palma, i Baustelle e l'attore Gary Dourdan di CSI. La band ha pubblicato il suo primo album "Closer To The Bone" nel 2015, edito da Brainlab Groove su LP e cd e, attualmente, si alterna tra il tour internazionale inEuropa e il lavoro al secondo lavoro discografico. A seguire il live set di Dj Delta, artista poliedrico, che unisce una profonda conoscenza musicale ad una tecnica avanzata di scratch e mixing. I suoi dj set si distinguono per lo stile serratissimo delle selezioni fatte di cambi, jugglins e mix molto rapidi. Protagonista della scena black siciliana da oltre 20 anni, ha collaborato con diversi gruppi hip hop nazionali e internazionali quali Barile+Gheesa, Big Joe & Johnny Marsiglia, Mr.Phil, Stokka&MadBuddy, Dj Double S, Adriano Bono e partecipato alla realizzazione di album e mixtape a tiratura nazionale. Esperto di musica funk, soul, hip hop e reggae, dalle origini ad oggi, sa muoversi trasversalmente costruendo live set sempre diversi. Campione italiano e finalista mondiale del Red Bull Thre3Style 2016, la più spettacolare competizione fra dj al mondo che ogni anno raduna i migliori performers di tutte le nazioni offrendo showcase mozzafiato. E' stato il dj ufficiale degli Shakalab, collettivo di musica Reggae-HipHop con cui ha realizzato due album ("Duepuntozero" - 2016 e "Tutto Sbagliato" - 2014) e ha portato in giro per l'Italia coinvolgenti live show e attesissimi concerti. Nel 2015 pubblica insieme a DJ Double S il mixtape "ComboKlat", una selezione che fonde hip hop e reggae impreziosita dalla partecipazione dei nomi di punta della scena reggae nazionale, come i Sud Sound System, i BoomDaBash, Mama Marjas, Brusco, e internazionale come Alborosie. Avido collezionista di vinili e instancabile digger, è stato ospite di importanti manifestazioni come il Red Bull BC-ONE, il Tour the Forst, il Cici Film Festival, il Sunrise Festival, il Plas, il Salina Doc Festival e guest in alcuni fra i più importanti clubs italiani. Con la Catacomb Records ha pubblicato "Flight to Birdland", mixtape che raccoglie il meglio degli standard jazz selezionati e mixati in turntablism' style. Convinto che il dj sia ormai un musicista a tutti gli effetti, pensa che la musica sia fatta dalle persone e non dagli strumenti musicali: poco importa che si abbia in mano un plettro o un crossfader, l'importante è che sia buona musica. Attualmente i suoi set spaziano dai suoni classici dell'hip hop e del reggae al sound più moderno di matrice trap/future dancehall/moombahton. Il Dum Dum Republic sarà aperto già dal mattino, con la possibilità di pranzare nel piccolo ristorante sul mare, diretto dalla coppia di chef Luca Buccheri e Andrea Renzulli. Una cucina sana e naturale, all'insegna della dieta mediterranea, con pescato del giorno offerto dai pescatori della costiera cilentana e prodotti locali espressione della stagionalità, per incentivare un circolo virtuoso e la rete tra le produzioni del territorio. Il tutto in un'ottica sostenibile, a impatto zero, nel totale rispetto dell'ambiente.
Author: Francesca Salvato

 
   
Articolo contenuto in
  Cultura  
SU SPETTACOLI E CONCERTI POTREBBERO INTERESSARTI
   
AGGIUNGI UN COMMENTO O SCRIVICI A redazione@irno.it
 
SEGUICI SU FACEBOOK E NON PERDERTI LE ULTIME NOTIZIE