Arena Arbostella, ai nastri di partenza l'ottava edizione
salernodinotte32
Fonti Foto
Salerno. E' stata presentata questa mattina, al Teatro Arbostella di Salerno, l'VIII edizione dell'Arena Arbostella, 7 giorni di teatro, musica, danza ed eventi culturali. La rassegna, illustrata alla stampa dalla presidente Immacolata Caracciuolo e dal direttore artistico Gino Esposito, sarà come sempre ad ingresso gratuito e patrocinata dal Comune di Salerno. L'appuntamento di fine estate si terrà, come ogni anno, nello spazio antistante il Teatro Arbostella nelle serate dal 28 agosto al 3 settembre. Una settimana tra spettacoli teatrali comici, serate musicali e di danza oltre al consueto appuntamento culturale organizzato dalla parrocchia Gesù Risorto. Presente alla conferenza stampa l'assessore comunale Angelo Caramanno, sempre vicino ad una manifestazione che non coinvolge più la sola zona orientale ma tutta la città capoluogo. Presente anche Ermanno Guerra, presidente della commissione Statuto e Regolamento del Comune di Salerno e impegnato con la Regione Campania per la città della Scienza a Napoli. Guerra ha dichiarato: "Salerno offre sempre una valida proposta culturale durante i mesi estivi e l'Arena ne è la testimonianza". Si comincia stasera, lunedì 28 agosto alle ore 21.15, con lo spettacolo teatrale della "Compagnia Stabile di Bellizzi" che metterà in scena un brillante testo di Maria Sannino dal titolo "Finchè morte non ci separi". Ancora teatro il giorno dopo, martedì 29, con una compagnia del tutto inedita: pazienti ed attrici per un giorno i protagonisti della compagnia amatoriale "Facit n'ata vota", che nell'ambito del progetto promosso dall'Associazione Angela Serra per la Ricerca sul Cancro metteranno in scena l'esilarante commedia di Eduardo De Filippo "Ditegli sempre di sì". L'idea, promossa dall'assessore Angela Serra per la Ricerca sul Cancro di Salerno, presieduta da Arturo Iannelli, rappresenta il desiderio di affrontare tutti insieme l'angoscia di una diagnosi oncologica, creando sinergie ed amicizie. L'idea ha dato vita, giorno dopo giorno, ad un teatro fatto di persone che con passione e impegno racconteranno se stessi attraverso le parole e le movenze dei personaggi di Eduardo, guidati dalla sapiente regia e perseveranza del regista Gino Esposito. Mercoledì 30, momento culturale con la Parrocchia Gesù Risorto, presieduta da Don Nello Senatore, dal titolo "Sport, Danza e Cultura, quali prospettive per Salerno". Presenti associazioni sportive salernitane che si confronteranno con le istituzioni per esporre problematiche e programmi futuri. A seguire, l'associazione "Arbostella in…Danza" di Antonella e Marianna Rotondo presenterà il suo "Spettacolo di danza" coinvolgendo grandi e piccini in passi che vanno dal classico al moderno, dall' hip hop alla salsa. Giovedì 31 agosto "La Compagnia Maschere Libere" di Moliterno si cimenterà in un comicissimo "Caviale e Lenticchie", celebre testo teatrale di Scarnicci e Tarabusi. La compagnia potentina, molto conosciuta in Basilicata, farà il suo "esordio" nella città di Salerno con la voglia di strappare applausi e consensi come già ricevuti in altre piazze. Venerdì 1 settembre musica e solidarietà a cura dell'associazione "L'Abbraccio di Salerno" con lo spettacolo "Music&Show, aiutaci ad aiutare". Sul palco si alterneranno momenti di varietà a momenti musicali con ospiti rinomati tra cui Ernesto Radano con la figlia Maria che quest'inverno hanno duettato con successo nella trasmissione di Raiuno Standing Ovation presentato da Antonella Clerici. Finale scoppiettante per il week-end: sabato 2 settembre la Compagnia "All'Antica Italiana di Baronissi" riproporrà uno dei successi della stagione invernale dell'Arbostella dal titolo "Finchè c'è il morto c'è speranza", due atti diretti e interpretati con maestria da Gaetano Troiano, mentre domenica 3 settembre a chiudere la rassegna, secondo la tradizione, toccherà alla compagnia stabile del Teatro Arbostella, la "Comica Salernitana" che riproporrà l'esilarante testo di Eduardo Scarpetta "Lu curaggio de nu pompiero napulitano" per la regia di Gino Esposito, storico patron dell'intera manifestazione. Tutti gli eventi avranno inizio alle 21.15. Madrina delle sette serate sarà come sempre Agnese Ambrosio. La parte tecnico/fonica sarà curata da Francesco Granozi de' i Musicastoria, mentre la parte scenografica sarà a cura della C.M.C. group. L'associazione Vo.Pi. di Pontecagnano si occuperà del presidio sanitario mentre partner della manifestazione saranno Gruppo Forte e Salernonotizie.it.
 
   
Articolo contenuto in
  Cultura  
SU SPETTACOLI E CONCERTI POTREBBERO INTERESSARTI
   
AGGIUNGI UN COMMENTO O SCRIVICI A redazione@irno.it
 
SEGUICI SU FACEBOOK E NON PERDERTI LE ULTIME NOTIZIE