Sanità, De Luca: "Scoperto a Napoli un farmaco contro il tumore alle ovaie"
delucavincenzo11
Fonti Foto
Napoli. Nonostante sia piena estate non si fermano i progetti della Regione Campania capeggiata da Vincenzo De Luca che, come di consueto, ha spiegato ai microfoni di Lira Tv le ultime iniziative in programma: "Uno dei nostri obiettivi è il lavoro. 20 mila occupati è un traguardo che ci siamo prefissati e che comporterà un investimento di un miliardo e 300 mila euro che la Regione Campania finanzierà con 200 milioni euro. Saranno difesi i vecchi e i nuovi posti di lavoro e sono soddisfatto perché sono molte le aziende che hanno sottoscritto contratti di collaborazione per questo progetto. La Campania - ha dichiarato De Luca - è la regione che è cresciuta maggiormente nel 2016, un risultato incredibile. Ciò è stato possibile anche grazie al forte impegno dei privati, al trend positivo del turismo e alla fiscalizzazione degli oneri sociali".
 
Alta l'allerta sulla Terra dei Fuochi, una delle grandi questioni che - ha sottolineato De Luca - "Ci stiamo impegnando a risolvere. Sono state già liberate alcune aree, anche se non di grandissima estensione, come Marcianise. La Regione, intanto, finanzierà l'acquisto di otto droni che effettueranno un controllo capillare di questi territori 24 su 24. Ci vorrà del tempo, questo è innegabile, ma speriamo che si riescano anche ad individuare i delinquenti che appiccano i roghi. È una rivoluzione produttiva e democratica quella che stiamo attuando in questa regione, possibile anche grazie ad una organizzazione dei servizi che risolvano le questioni di fondo. Sono queste azioni che determinano lo sviluppo o il declino di un territorio".
 
Prosegue anche la riorganizzazione del sistema sanitario campano: "Riprendono le attività dell'Ospedale del Mare, con i primi 91 posti letto. Ci riempie di orgoglio un'importantissima notizia che riguarda il Pascale di Napoli dove è stato individuato un nuovo farmaco per la cura del tumore all'ovaio, mentre al Ruggi d'Aragona sono ormai un dato di fatto gli interventi al femore entro le 48 ore. Abbiamo anche riaperto la campagna per gli abbonamenti gratuiti agli studenti - ha concluso De Luca - tutelando il diritto allo studio e fornendo una mano alle famiglie meno abbienti. Stiamo inoltre pagando al 100% le borse di studio, anche se con qualche mese di ritardo, sono infatti in corso i pagamenti per gli anni 2014 e 2015.
 
   
Articolo contenuto in
  Politica  
SU DALLA REGIONE POTREBBERO INTERESSARTI
   
AGGIUNGI UN COMMENTO O SCRIVICI A redazione@irno.it
 
SEGUICI SU FACEBOOK E NON PERDERTI LE ULTIME NOTIZIE