Trasporto Aereo, De Luca: "Un polo regionale che unisca Capodichino e Salerno"
delucavincenzo21
Fonti Foto
Napoli. La nuova legge elettorale, denominata "Rosatellum", e Cesare Battisti tra gli argomenti che hanno suscitato l'interesse del Governatore Vincenzo De Luca questa settimana: "Attendiamo che il Senato si esprima in merito alla nuova legge elettorale. Si tratta di un proposta che realizza un punto di equilibrio tra diverse forze politiche - ha affermato De Luca - ma, dato che siamo in Italia, dobbiamo prepararci ad un periodo che ci regalerà lunghe trattative visto che oggi nessuno è in grado di governare da solo". In relazione a Cesare Battisti, invece, il Presidente campano si è espresso in modo incisivo e con un tono che non lascia spazio ai dubbi: "A mio avviso è uno dei personaggi più sgradevoli ed irritanti di cui ho conoscenza. Dietro quel suo sorriso, che chiamerei ghigno, ci sono dei morti ed una persona costretta a vivere su una sedia a rotelle. Sono tragedie umane che sconvolgono e questo soggetto non ha avuto nemmeno la decenza di esprimere un minimo pentimento per ciò che ha fatto. Mi auguro che questo signore venga finalmente riportato in Italia e che sconti la sua pena nelle nostre carceri: è il minimo che si possa chiedere".
 
Novità per il trasporto aereo campano: "Questa è una regione viva - ha detto De Luca - in cui stiamo cercando di recuperare decenni di ritardi. Ci sono nuove prospettive per gli aeroporti di Capodichino e Salerno: per la prima volta possiamo dare vita ad un polo regionale del trasporto aereo e sarebbe ora dato che siamo l'unica regione italiana che ha soltanto un aeroporto, ecco perché abbiamo decido di fare una fusione tra la Gesac e l'aeroporto di Salerno". Intanto è sempre elevata l'attenzione sulla Terra dei Fuochi, una delle priorità della giunta capitanata da De Luca: "In questi giorni, a Mondragone, sono stati fermati tre extracomunitari mentre stavano appiccando dei roghi. Non amo fare generalizzazioni - ha affermato il Governatore - ma occorre avere rispetto per la verità: purtroppo la percentuale di delinquenza tra gli extracomunitari presenti sul nostro territorio è quattro volte maggiore di quella presente tra i nostri ma non sono io a dirlo, bensì le statistiche pubblicate da Luca Ricolfi, docente di Sociologia. Questo - ha concluso De Luca - rende ancora più necessario un adeguato controllo sui territori".
 
   
Articolo contenuto in
  Politica  
SU DALLA REGIONE POTREBBERO INTERESSARTI
   
AGGIUNGI UN COMMENTO O SCRIVICI A redazione@irno.it
 
SEGUICI SU FACEBOOK E NON PERDERTI LE ULTIME NOTIZIE