Universiadi, De Luca: "Occasione di rilancio per tutta la Campania"
delucavincenzo09
Fonti Foto
Napoli. "Governare la Campania vuol dire avere a che fare con una serie di contraddizioni e con un generale sfacelo". Il Governatore Vincenzo De Luca ha aperto con queste parole il suo intervento del venerdì ed ha aggiunto: "Si tratta di una sfida quasi impossibile, a cui bisogna aggiungere la delinquenza organizzata, l'occupazione quasi militare di determinati territori, le aree di precariato che esistono da anni. Credo però che dobbiamo guardare a questi problemi con una tensione ideale, affrontando questo lavoro come se fosse una missione. Se riusciamo a motivare anche gli altri, - ha proseguito il Presidente - a patto che siano uomini e donne liberi, possiamo sicuramente farcela. Nel 2016 il Prodotto Interno Lordo della nostra regione ha registrato un incremento del 2.5 % , il doppio rispetto alla Lombardia. Non sarà semplice mantenere questa tendenza ma è di certo un passo avanti". Secondo De Luca anche le Universiadi, che si svolgeranno nel 2019, stanno contribuendo a questa crescita della Campania: "Siamo in leggero ritardo con i preparativi ma sono fiducioso. Fino a due settimane fa, quando le abbiamo presentate a Roma, c'era clima di grande rilassamento ma ora abbiamo coinvolto sia il Coni che il Governo e per l'organizzazione dell'evento guardiamo al meccanismo di Expo 2015. È necessario stringere i tempi burocratici però abbiamo cantierato già diverse opere e le Universiadi offriranno l'occasione per rifare molti impianti sportivi non solo a Napoli ma in tutta la regione".
 
Ottime notizie per il turismo, soprattutto con l'avvento di Luci d'Artista: "Ci siamo inventati questo bellissimo evento che porta benefici a tutta la regione - ha ricordato De Luca. Rilevando le presenze tramite i cellulari abbiamo accertato più di 2 milioni di persone in pochi mesi. I lavori per il montaggio delle luci sono in corso nonostante i problemi legati al ricorso della Blanchere Illumination; ho avuto modo di fare un giro per il centro storico di Salerno ed ho notato molte novità, come ad esempio il cielo stellato nel centro storico, mentre a piazza Sant'Agostino ci sarà un omaggio alle ceramiche della nostra tradizione e ci attendono dei cambiamenti anche per l'albero di piazza Portanova".
 
Al termine del suo intervento il Governatore ha ricordato Mario Carotenuto, celebre artista di Tramonti scomparso pochi giorni fa a Salerno: "Il mio pensiero va a Mario Carotenuto, un grande artista ed un grande uomo di cultura. Lo ricordo con affetto per la qualità delle sue opere, una fra tutte lo straordinario presepe che esponiamo ogni anno al Duomo nella sala San Lazzaro. Ci mancherà molto".
 
   
Articolo contenuto in
  Politica  
SU DALLA REGIONE POTREBBERO INTERESSARTI
   
AGGIUNGI UN COMMENTO O SCRIVICI A redazione@irno.it
 
SEGUICI SU FACEBOOK E NON PERDERTI LE ULTIME NOTIZIE