Pallone D'Oro IRNO.IT, si avvera il sogno di Carmine De Marco
pall_oro02
Fonti Foto
Salerno. Superando l'agguerrita concorrenza di tutti gli altri, rilevanti, candidati e dei finalisti Gerardo Grasso (Socia Calcio Laviano), Marco Pepe (Scafatese) e Gaetano Buonocore (Amalfi), tutti meritevoli e pronti a rilanciarsi in grande stile il prossimo anno, la punta di diamante dell'Ascea Carmine De Marco ha conquistato i galloni di "Pallone d'Oro" del calcio dilettantistico salernitano per la stagione 2011/2012. Una stagione esaltante, un riscatto cercato, agognato e raggiunto nonostante la beffarda eliminazione nel penultimo turno play-off col Real Agropoli, il forte attaccante ripercorre, tallonato da patron Di Martino e mister Rizzo, le tappe fondamentali di carriera e torneo appena concluso: "Ho iniziato con il mister Rizzo a 7 anni con la S.C. Pro Velia. Ho fatto la trafila nella giovanili, vincendo prima il campionato provinciale e poi due campionati regionali, totalizzando in entrambe le stagioni 21 goal a testa. Subito dopo, nel 2007/08 è arrivata la grande occasione con la Gelbison, dove mi chiamò mister Longo che mi diede fiducia facendomi esordire in prima squadra. A Vallo restai due anni, fin quando non arrivò la chiamata del Casarano, che mi girò in prestito al Pomigliano, sempre in quarta serie. La mia stagione in terra napoletana fu da ricordare, nonostante la necessità delle infiltrazioni per poter scendere in campo, e nonostante lo stesso mister Rizzo mi avesse consigliato di non giocare a causa delle precarie condizioni. Una volta a Casarano sono stato fermo un anno e mezzo, fin quando quest'anno, ad agosto, il segretario del Foggia Sergio Leoni (che dovrebbe andare a Terni ndr) in accordo col tecnico non mi ha segnalato all'Ascea, permettendo così il mio acquisto da parte della società cilentana. Eravamo partiti con l'intenzione di vincere il campionato, senza passare per i play-off. A tal proposito è giusto ricordare che avevamo anche una squadra sufficientemente attrezzata. Abbiamo perso diversi punti per strada, soprattutto contro le piccole squadre. Col Cicerale ce la siamo giocata sia in casa che fuori, non era una squadra imbattibile: tant'è vero che anche sul loro campo abbiamo fatto la partita, mentre loro hanno pensato soprattutto a difendersi. Sono una squadra estremamente esperta, composta da vecchi volponi di categoria, mentre noi abbiamo pagato lo scotto della nostra inesperienza. Purtroppo l'ultima gara (contro il Real Agropoli, ndr) ci ha lasciato l'amaro in bocca: abbiamo perso il nostro portiere dopo soli cinque minuti per fallo da ultimo uomo, andando sotto nel punteggio dopo il loro gol su rigore. Siamo stati bravi a non demoralizzarci ed a trovare subito il pari, ma poi, dopo aver subito la nuova rimonta ed essere rimasti addirittura in nove, la gara per loro si è messa in discesa. Purtroppo questo "neo" della gara contro il Real Agropoli non riusciamo a digerirlo: avremmo anche potuto perdere ma non in quel modo. Aver vinto questo premio mi riempie d'orgoglio, per il prossimo anno valuteremo con calma e sangue freddo". Si proietta al futuro anche il massimo dirigente elatico Raffaele Di Martino: "Partiamo con l'intenzione di fare domanda di ripescaggio. Non siamo riusciti, nostro malgrado, a centrare la promozione diretta ma spero e mi auguro che la Lega voglia darci una mano in questo senso. Qualora non dovessimo riuscire in questo intento ci rimboccheremo le maniche, cercando nuovamente di allestire una squadra in grado di vincere direttamente il campionato di Prima Categoria, senza passare per gli spareggi. Mi auguro che per Carmine arrivino richieste di squadre superiori, cercando così di fargli fare un salto di qualità, cosa che merita ampiamente. Innanzitutto è un bravissimo ragazzo; e tecnicamente ha qualità e doti per riuscire a sfondare anche su palcoscenici ben più importanti.Sarei felicissimo se restasse, ci mancherebbe. Ma, ovviamente, qualora dovesse arrivare una proposta, è chiaro che non gli sbarreremo la strada. Intendiamoci, deve trattarsi di proposte serie: non diamo udienza a chiunque voglia speculare, questo è chiaro".
 
   
Articolo contenuto in
  Premium  
SU PALLONE D'ORO POTREBBERO INTERESSARTI
   
AGGIUNGI UN COMMENTO O SCRIVICI A redazione@irno.it
 
SEGUICI SU FACEBOOK E NON PERDERTI LE ULTIME NOTIZIE