Caos al Ruggi, il pronto soccorso registra 300 accessi al giorno
 
ospedalesanleonardo94
Fonti Foto
Salerno. Come riportato dal quotidiano "La Città", ben 2700 persone, a partire da Capodanno, si sono rivolte al Pronto Soccorso dell'ospedale "Ruggi d'Aragona" di Salerno a causa di febbre alta, bronchite, problemi cardiovascolari e respiratori. Con un ritmo di circa 300 accessi al giorno e 448 ricoveri registrati, il personale del nosocomio salernitano si è trovato a fronteggiare una vera e propria emergenza causata soprattutto dal gelo che sta imperversando su tutto il Centro - Sud da giorni. La direzione sanitaria del' "Ruggi" ha quindi concesso un'unità medica in più al Pronto Soccorso per venire incontro alle esigenze dei pazienti. Il caos degli ultimi giorni porta nuovamente alla ribalta l'annosa questione della carenza di personale medico segnalata da tempo dai sindacati senza dimenticare la grave carenza di posti letto. Margaret Cittadino, nota sindacalista salernitana, ha dichiarato: "L'emergenza è stata gestita benissimo ma il problema è che si arrivati fino a 400 accessi al giorno al pronto soccorso. E' stata aperta un'altra stanza di osservazione breve intensiva con altri 10 posti ma persiste la carenza di posti letto e le degenze continuano ad essere troppo lunghe, mancano un collegamento ed una coordinazione tra gli ospedali e non c'è coordinamento neanche con i medici di base, pertanto l'emergenza del 118 porta tutti al "Ruggi" e troppi si recano in ospedale senza rivolgersi prima al proprio medico. Il "Ruggi" - ha concluso Cittadino - è considerato l'unico posto per fornire risposte mediche ma fino a quando potrà resistere".
 
   
Articolo contenuto in
  Salute  
SU SANITA' E SERVIZI POTREBBERO INTERESSARTI
   
AGGIUNGI UN COMMENTO O SCRIVICI A redazione@irno.it
 
SEGUICI SU FACEBOOK E NON PERDERTI LE ULTIME NOTIZIE